Chi siamo

Nei primi anni 2000, in vista del riallestimento e della definizione del nuovo percorso espositivo, il Museo Diocesano ha concentrato i suoi sforzi e la sua attenzione, dopo un’accurata analisi delle sue raccolte, su un intenso programma di restauro delle sue collezioni, grazie al fondamentale contributo dei fondi 8x1000 alla Chiesa Cattolica.

Dal 2014 al 2017 la Diocesi, grazie al lascito testamentario della Sig.ra Franca Paoletti Adamo ha realizzato, a seguito di un concorso di idee, un nuovo allestimento per il museo all’interno della monumentale chiesa di S.Agostino, trasferendosi dalla sua sede storica (Palazzo Vescovile) che accoglieva le opere del Museo fin dalla sua nascita nel 1932.

Le iniziative, successive al 30 giugno 2017 (giorno dell’inaugurazione del nuovo allestimento), hanno cercato di dare al museo un respiro diverso: presentare il museo non solo come luogo di conservazione, ma come un istituto che tenta di mettersi maggiormente in relazione con il suo pubblico.

In quest’ottica vanno visti i primi due importanti progetti: nell’ ottobre 2018 è stato presentato il catalogo scientifico delle opere conservate nel Museo Diocesano di S. Agostino, nella sede storica e nei depositi; quindi una prima importante pubblicazione frutto di un approfondito programma di ricerca. Un altro importante progetto è quello realizzato nel 2019, quando il museo ha organizzato nella nuova sede, la sua prima mostra temporanea, proponendo ai propri visitatori una riflessione sul tema dell’Eucarestia con un’esposizione di tabernacoli eucaristici. Nei prossimi anni il nostro Museo avrà davanti a sé ancora tanta strada da percorrere e altre sfide da affrontare per adempiere in pieno alla sua missione evangelizzatrice indicata dal nostro Vescovo Alberto nella prefazione del citato Catalogo: «il Museo sia un luogo dove attraverso la bellezza dell’espressione artistica si compia una proficua trasmissione di fede e di cultura».

_IRE3870_edited.jpg